Windows Phone 8.1 Update 1 Preview for Developers.

Joe Belfiore ufficializza la disponibilità di Windows Phone 8.1 Update 1 Preview for Developers per la prossima settimana.

Tante le novità, sopra e sotto il cofano, tra le quali Live Folders, Cortana localizzata in più paesi (per l’Italia ancora niente), App Corner, supporto dei display (e smartcover) fino a 7 pollici con risoluzione fino a 1280 x 800, VoLTE, …

Intanto gli utenti finali stanno aspettando Windows Phone 8.1: il rilascio degli aggiornamenti (per smartphone Lumia no-brand) procede a rilento, probabilmente a causa della fase di post-acquisizione della divisione Devices & Services di Nokia. Almeno si spera. Velocizzare i processi di aggiornamento è determinante per l’ecosistema Windows nel suo complesso, ma soprattutto nel settore mobile, nel quale si è costretti ad inseguire i due giganti al comando.

La convergenza di Windows è ufficiale.

Da queste parti lo si sperava pronosticava da anni; ora c’è l’ufficialità data dal CEO di Microsoft:

We will streamline the next version of Windows from three operating systems into one single converged operating system for screens of all sizes.

Rimane da capire se Satya Nadella si riferisce a Windows 9 o (al più probabile) Windows 10.

Riassumendo: un unico sistema operativo (e app universali) con interfaccia grafica adattabile in base al dispositivo utilizzato; si pensi solo alla possibilità di collegare il proprio smartphone Windows Phone ad una docking station e ritrovare il proprio ambiente desktop; il paradigma BYOD portato alla massima espressione.

 

Siti moderni, per dispositivi moderni, per ricerche moderne.

Google ha recentemente presentato due risorse per la creazione di siti web moderni, multi-device e ottimizzati per le SERP (di Google):

Web Fundamentals, una serie di best practice per la progettazione di siti web.

Web Starter Kit: un framework (sostanzialmente è Boilerplate) per lo sviluppo web front-end con supporto nativo di Web Fundamentals.

Il consiglio è di prestare particolare attenzione a Web Fundamentals e poi utilizzare il framework con cui ci si trova meglio (per ottenere il risultato desiderato).